.
Annunci online

artarie ... tempi francesi
Les demoiselles de l'air
post pubblicato in Diario, il 29 marzo 2009

 
Sono andata alla mostra di foto di insetti ieri sera:
 Julien Poirion, Les demoiselles de l'air.

Non amo molto gli insetti, ma le foto di questo ragazzo (è giovanissimo, dell'85!) mi hanno impressionato per la loro bellezza.

In questa foto le due libellule paiono degli uomini alati.
E' un'immagine che difficilmente si può dimenticare.
La capacità di chi sa cogliere l'attimo mi impressiona sempre.
Dal vivo si gode dello spettacolo per ore.



Qui in basso le ali della libellula paiono vetrate di una chiesa. Non ci sono parole per descrivervi la bellezza di queste foto. Nelle miniature che vi propongo non si coglie bene la potenza e la perfezione degli scatti.




La rugiada sulle ali della libellula. Geometrica perfezione. Dio sa fare le cose per bene, caspita.



Ora mi pare di capire veramente cosa voglia dire che l'Arte imita la Natura.
Imparato e ingurgitato, ieri sera l'ho sperimentato.
Sublime. L'Arte imita la Natura.
Minimo il genio dell'uomo che riproduce,
immenso il genio di chi coglie: un genio questo Poirion.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Julien Poirion

permalink | inviato da artarie il 29/3/2009 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Io nun m'arrend c' vogli' pruva'
post pubblicato in Diario, il 29 marzo 2009

    
    Difficilissimo trovare casa a Parigi. Difficilissima Parigi per un lavoratore. Uno perché sono straniera, due perché i prezzi sono impossibili. 
    
    Per il punto numero uno - checché se ne dica - i parigini francesi che ho contattato non fittano volentieri agli italiani. Alcuni si meravigliano quando lo dico... provateci! Vi racconto solo un episodio tra i tanti successi. 
    Avevo beccato uno studio (così si chiamano dei minuscoli monolocali), chiamo subito e la dame mi dice: vieni questo giorno a tale ora. Vado. Quando capisce che sono italiana, dopo avermi fatto vedere lo studio, mi dice: Il est dejà loué,,, La guardo inebetita. Penso che sia matta: farmi andare fin là per dirmi che è già affittato. Ma mi trattengo dal dirle qualunque cosa e me ne vado, perché ancora non so bene come incazzarmi in una lingua straniera. Non ho imparato le parolacce! Bisogna che qualcuno me le insegni! Però le ho detto stronza dopo merci. Ho scoperto che la dame mi ha detto una bugia perché ieri lo stesso studio era di nuovo tra gli annunci. Doppio stronza, telefonerei solo per dirglielo. 
    
    Punto numero due: i prezzi sono impossibili. Ora... non voglio fare la schizzinosa. Ma come cavolo si fa a vivere per un anno in 9m2. Sì, avete letto bene novemetriquadrati. Negli studio a 9m2 che ho visto (alcuni mi hanno chiesto 800 euro al mese!!!!) c'erano un letto in soppalco metallico, sotto il soppalco una specie di scrivania in metallo, di fronte una minuscola cucinetta con placche elettriche. Accanto alla cucinetta il braccio della doccia. Cioè... ci si fa la doccia nella stessa stanza in cui si mangia e si dorme. Per fare la doccia bisogna assicurarsi che le placche elettriche siano spente. Il water vicino alla porta...senza nessuna divisione.
    Io non voglio fare la schizzinosa, veramente... ma questi posti mi paiono del dopoguerra, quelli che mi raccontano i miei genitori o i miei zii. Da paura. Chissà se nella civilissima Francia quelli della Sanità fanno delle visite a sopresa in questi appartamenti.
    E' vero che i francesi, in generale, non hanno il culto della casa come noi. Noi siamo pantofolai, preferiamo vivere a un'ora dal lavoro, ma vivere in una casa decente. La casa è il focolaruccio nostro. E' vero... però penso sia disumano fittare a queste condizioni. 

                                Manif 19.03.09 54 by you.
                                Parigi, Place de la Republique 19.03.09


    Forse la spiegazione è che qui si fa molta più vita pubblica. Praticamente non si sta mai in casa! E allora la casa non serve a molto. Io, invece, una mezza giornata a settimana la passerei a ciondolare per le stanze. Ma qui non c'è tempo. E devo dire che mi piace... E tutti i souvenir che sto raccogliendo in esperienze e persone mi sono necessari. Non faccio più molte selezioni e ho fame di conoscere gente, ancora ancora ancora. Di vedere altri ancora. Tutte le idee che mi ero fatte sulla vita mi avevano invecchiata. Ero diventata vecchia inseguendo un progetto di vita che, ora so con certezza, non avrei mai realizzato. Ho ancora bisogno di scoprire. Necessità di vivere, e la vita passa attraverso la conoscenza di persone, non solo di libri.
    La vita pubblica e sociale va bene. Qui, a Orléans, ho un bel gruppo di amici francesi con i quali esco, ai quali canto Brigante se more ogni tanto, perché mi chiedono di raccontar loro qualcosa della Basilicata che, non ci meraviglia, ignorano del tutto. Mi pare di essere diventata un membro dell'APT lucano... Non sapevo di sapere tante cose della mia Terra! Ascolto molta musica dal vivo: jazz surtout. E sto imparando ad amare il soul. Inaspettatamente. 
    Da quando sono qui, ogni tanto, la notte, sogno che le scarpe mi vanno strette.
    Vive la France, je l'aime.
   

Orléans Serate Jazz 25.03.09 5 by you.
Orléans, Resto L'Atelier, 26.03.09


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. parigi orléans

permalink | inviato da artarie il 29/3/2009 alle 9:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
Qualcosa arriverà...
post pubblicato in Diario, il 24 marzo 2009


E per sognare qualcosa arriverà...
tant' nun pass nisciun...
e nisciun c' po' guardà


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. troisi qualcosa arriverà

permalink | inviato da artarie il 24/3/2009 alle 8:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Non soffro bene! :-D
post pubblicato in Diario, il 24 marzo 2009





permalink | inviato da artarie il 24/3/2009 alle 8:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
alla volta di parigi
post pubblicato in Diario, il 17 marzo 2009
Orléans - sono giorni di stress. decisioni da prendere e cose da fare. e non riesco a fare. implodo.
ho incontrato un mare di persone, ad alcune di loro mi sono legata.

ho letto Albino Pierro in una Mediateca di Orléans durante un atelier di poesia.
io che leggo Albino Pierro... e la gente che mi applaude pure...
se me l'avessero detto non ci avrei mai creduto.
io che leggo Albino Pierro...
e Tardieu... amo Tardieu... alla ricerca dello specchio.
uno specchio, un cappello, qui va là?  Pourquoi qui? Et pourquoi quoi? chi te l'ha detto? Ni moi, ni moi...

in ogni luogo in cui vado, mi lascio addomesticare, come la volpe dal piccolo principe.
e addomestico pure.
addomesticare è "trovare casa", trovare un cuore simile al proprio e sapere di non essere soli.

lasciare casa è sempre doloroso.
ma io devo andare.

cerco sempre di stringere le maglie della mia vita, ma le distanze le allentano.
ho bisogno di stabilità e non ne trovo perché appena pare che tutto si incastri si deve cambiare.

ho trovato amici qui.
ho trovato amici.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partenze

permalink | inviato da artarie il 17/3/2009 alle 22:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
En pensant à Galice et Fédérik
post pubblicato in Diario, il 7 marzo 2009

... merci à vous pour tout



Captain Mercier!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. captain mercier

permalink | inviato da artarie il 7/3/2009 alle 10:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Amor de Tango - Cent ans de solitude
post pubblicato in Diario, il 7 marzo 2009


Appunti: jeudi j'ai fait (pour la première fois depuis longtemps) une chose que j'ai aimè beaucoup... se va a finire bene ve la racconto, sennò rimarrete con la curiosità! :D 

Ho vissuto al 10% per 30 anni. Lo sapevo già... ma ora lo constato. Però è anche una fortuna. Se uno non ha mai mangiato bene, non importa che il cibo buono arrivi tardi, no? Anzi, se arriva tardi sarà possibile raggiungere il massimo della felicità. L'importante, però, è che arrivi.

Non sono abituata alla bellezza dell'Arte, me ne rendo conto solo ora. L'ho sempre vista da lontano, ma non l'ho sentita che rare volte. Mi è passata accanto. Fredda erudizione.

Si può morire di fronte alla bellezza, di fronte alla manifestazione del divino. Ma cosa scrivo? Va be'... inutile citarvi cose che appartengono ormai al sentire comune. 

Indizio: intanto lascio questo video. Amo la miilonga, il tango e Piazzolla.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tango milonga piazzolla celiberti

permalink | inviato da artarie il 7/3/2009 alle 9:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
LOL - Mdr
post pubblicato in Diario, il 4 marzo 2009


LOL: lauging out loud
Mdr: mort de rire

Paris - Orléans ~ Bon, sono in treno e controllo la posta (sì... lo so lo so a che state pensando... qua la rete c'è pure in viaggio... e non salta... altri mondi..., mi invidierò io stessa per questi momenti).

Di fronte a me c'è stato fino a due minuti fa un très très bel homme che vedeva un film... ha cominciato a ridere... piano, un po' più... ancora di più... è scoppiato a ridere!!! E io??? Mdr ... ehehehe! Questo mi guarda e smette di ridere. Gelata! Vorrei nascondermi. Mentre ridevo vedendolo ridere gli ho detto pure qualcosa in non so bene quale lingua!!!

Insomma, alla fine mi son sentita un po' scema... ma a me ancora vien da ridere se vedo qualcuno ridere, se poi scoppia dalle risate non ne parliamo. LOL!

Conclusione: il belloccio se n'è andato senza salutare e pure un po' sopreso.
Timidi questi francesi!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lol mdr

permalink | inviato da artarie il 4/3/2009 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Bibliothèque "Mitterrand" de Paris
post pubblicato in Diario, il 4 marzo 2009
 

Paris ~ Un inferno di vetro e cemento. Da fuori fa quasi paura, ci si sente piccoli e impotenti di fronte a questi edifici privi di grazia. Ho indugiato un po' prima di entrarci.

La Senna sbatte la sua brezza sulle vetrate che ritorna vento gelido sui passanti...

 



Poi, però, si entra, si scende giù negli inferi e si scopre il Paradiso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bibliothèque mitterrand

permalink | inviato da artarie il 4/3/2009 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
melancolique
post pubblicato in Diario, il 3 marzo 2009

Sono arrivata con la grève a gennaio... ora arrivo a marzo con les vacances.
Sì; sono nel cuore d'Europa... un posto affollato... pieno di gente...



permalink | inviato da artarie il 3/3/2009 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio        giugno